nuove lenti fotocromatiche Transitions Signature

ottica stellina transitions Signature gray


Ho scritto un nuovo post con tutte le novità sulle lenti fotocromatiche dinamiche Transitions XTRActive; seguite il link per avere il quadro completo sulle lenti Transitions.



É la settima generazione di lenti fotocromatiche Transitions, le hanno chiamate Signature, come ad indicare che sia un bel passo avanti. I comunicati stampa, sottolineano il grande equilibrio nell’adattarsi velocemente ai cambiamenti di luce e proteggono dagli effetti dei dannosi raggi UV. Le lenti dinamiche Transitions sono perfette per un uso quotidiano offrono quindi sempre la tonalità più adatta. Chiare in interni e di sera, assicurano un comfort elevato e aiutano a preservare la salute degli occhi. Sono lenti infrangibili, disponibili in grigio e marrone, per lontano o progressive, possono esaltare la loro performance ottica in abbinamento al trattamento antiriflesso.

Nella pratica, possiamo dire che diventano più scure rispetto alle precedenti; un poco più scure, perché anche la sesta generazione offriva giá un ottimo assorbimento. Sono meno sensibili alla temperatura e questo dovrebbe significare che col caldo offriranno la stessa rapidità e protezione.

Il prezzo delle lenti Transitions varia in funzione di molteplici fattori che incidono sul prezzo. Il prezzo finale comprende la prescrizione ottica, il materiale ottico, il tipo di lenti (monofocali, bifocali, progressive) e qualunque trattamento che desideri aggiungere, nonché promozioni o sconti speciali. Poiché non ci piacciono i misteri, possiamo dirvi almeno che una lente monofocale (per lontano o per vicino) nei poteri più comuni, con il solo trattamento indurente (antigraffio) costa 80€, mentre col trattamento antiriflesso il prezzo promozionale é di 118€. Invece per le progressive ci sono troppi modelli di lenti, diversi materiali ottici e trattamenti e di conseguenza altrettanti prezzi. Per queste ultime vi aspettiamo in negozio.

Riassumendo, le nuove lenti Transitions Signature:

  • Completamente chiare negli ambienti chiusi e di notte
  • Rapido ritorno allo stato chiaro
  • Si adattano alla maggior parte delle prescrizioni ottiche e montature
  • Sono adatte a ogni età, anche ai bambini

 

Ho scritto un nuovo post con tutte le novità sulle lenti fotocromatiche dinamiche Transitions XTRActiveseguite il link per avere il quadro completo sulle lenti Transitions.

Please follow and like us:
0

la celluloide: il favoloso materiale degli occhiali

 

 

Frontali occhiali lastra celluloide

 

A dire il vero é una sua evoluzione chimica, l’acetato di celluloide, il materiale plastico più usato nella costruzione di occhiali. Si forma una lastra, che risulta gelatinosa, questa lastra ha uno spessore di alcuni millimetri ed i pezzetti colorati sono disposti a diverse profondità, così da ottenere la carratteristica brillantezza. La lastra viene poi fatta esiccare (stagionatura) per poterla lavorare come si farebbe con il legno. Oltre alla brillantezza e profondità dei colori, questo materiale è termoplastico, ovvero scaldandolo diventa duttile ed è possibile modificarne leggermente la forma. In questo modo si inseriscono le lenti o si regolano le aste, creando l’assetto più comodo possibile.

Noi italiani, abbiamo una grandissima tradizione, non solo nella produzione di lastre, ma anche nell’ inventare e creare nuovi colori e motivi che ricalcano i dettami della moda, o la anticipano, appunto, innovando. Insomma, l’occhiale con il Made in Italy é ancora sinonimo di qualità e design. La qualità è riconosciuta in tutto il mondo, con marchi che hanno fatto la storia dell’occhiale, uno su tutti Persol, diventato sinonimo di occhiale da sole fin dagli anni ’50.

Abbiamo sottolineato come una delle caratteristiche della celluloide sia la brillantezza e profondità dei colori. Per mantenere sempre nuovo il vostro occhiale, sono sufficienti poche, semplici, precauzioni. La prima é quella di lavarlo sotto il rubinetto con acqua tiepida e sapone; asciugate poi con panno morbido. Evitate di esporli a temperature eccessive, ad esempio sul cruscotto dell’auto oppure nella sauna. Riponeteli nell’astuccio quando non sono utilizzati, e ricordatevi di passare ogni tanto dall’ottico perché controlli l’assetto.

Please follow and like us:
0